martedì 26 dicembre 2006

L'Arabia Saudita incrementa l'attività portuale

La frenesia economica non colpisce soltanto gli Emirati del Golfo, ma anche il regno saudita. E' questione di settimane e il progetto per l'ampliamento del porto commerciale di Jeddah, primo centro commerciale del paese, prenderà piede. Per un importo di 443 milioni di dollari USA, infatti, sarà costruito un terminal per container che occuperà un'area di 400.000 metri quadrati. Saranno necessari soltanto tre anni per portare a compimento il tutto. Le parole chiave del progetto? Commercio, infrastrutture e IT. Anche il regno saudita - come i piccoli stati confinanti - non si adagia su una comoda poltrona di petrolio, ma si muove pesantemente nel settore del commercio, proponendosi come hub navale primario nella regione (29esimo nel mondo attualmente, ma molte posizioni saranno scalate in tre anni) capace di gestire a regime ben 2 milioni di container l'anno. Il porto di Jeddah non sarà una perla nel deserto, visto che una rete di infrastrutture stradali è pronta per essere realizzata e per collegare il Mar Rosso e il Golfo. Infine, l'IT: il nuovo porto commerciale di Jeddah potrà vantare un'operatività "paperless", completamente basata su un sistema IT in grado di gestire qualsiasi tipo di transazione fra tutti gli operatori in loco.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page