giovedì 30 novembre 2006

Il fumo bandito in Arabia Saudita

In Arabia Saudita il ministro della sanità ha pensato bene di imporre alle multinazionali produttrici e distributrici di tabacco di far loro pagare tutti i costi per il trattamento sanitario dei pazienti affetti da malattie connesse con il fumo. Nel caso in cui ciò non avvenga, lo stesso ministro è pronto a citare in giudizio le società. In Arabia Saudita si spendono circa 1,3 miliardi di dollari l’anno per il tabacco e i prodotti da fumo.
Non si tratta di una posizione isolata ed estemporanea del governo saudita. È notizia di poco più di due mesi fa il bando del narghilè nella città di Jeddah, la seconda città del regno e probabilmente la più popolata dagli stranieri, vista l’esuberanza economica. Si calcola che oltre 300 caffè siano interessati dal provvedimento: non è cosa da poco se si pensa che dal fumo del narghilè arriva più del 50% dei guadagni di questi caffè.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page