martedì 5 dicembre 2006

Il calcio inglese in mani straniere. E' il turno del Liverpool

Il calcio inglese continua ad attirare soldi, e tanti. Dopo l’esempio principe del Chelsea di Abramovich, adesso è il turno del Liverpool, che si appresta a essere oggetto di una “due diligence” cioè di un esame approfondito dei conti e della gestione, finalizzato a un’eventuale acquisizione. La società interessata a rilevare lo storico club inglese è la Dubai International Capital, che pare pronta a mettere sul piatto ben 450 milioni di sterline (circa 670 milioni di euro). La società araba è una “private equity firm”, e quindi sostanzialmente interessata a una partecipazione di natura finanziaria, è partecipata dal governo dell’emirato e possiede già importanti partecipazioni in strutture alberghiere (l’inglese Travelodge Hotels Ltd.), di “entertainment” (il museo delle cere di madame Tussauds) e automobilistiche (Daimler Chrysler).
Se l’affare dovesse andare in porto, il Liverpool diventerebbe la settima squadra del campionato inglese a essere posseduta da capitali stranieri.

3 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Ciao Loupsos, l'espressione "una due diligence" non è corretta. O si usa "due diligences" o "una diligence" - a meno che con una-due non abbia voluto intendere "12" (ma allora avresti dovuto dire "dodici diligences"). Questo senza menzionare che la parola italiana per "diligences" esiste ed è "diligenze". Quindi: "Il LIverpool [...] si appresta ad essere oggetto di dodici diligenze".
CAri saluti, Doppiafila

12:31 PM  
Blogger loupsos ha detto...

stai bene, eh ...

7:55 PM  
Blogger doppiafila ha detto...

he he

12:55 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page