venerdì 22 giugno 2007

Alitalia, gli altri e i cieli affollati


Mentre l'Alitalia continua la sua agonia in attesa di essere acquisita da nessuno, se non dalla solita cordata di banche pronte a comprare favori al governo di turno, nei cieli del mondo la fluidità regna sovrana, e con essa i problemi delle compagnie aeree. Oggi è il turno della JAL, la compagnia di bandiera giapponese, che ha annnunciato la soppressione di 4300 posti di lavoro, circa l'8% della forza lavoro. Tale procedimento, programmato per il 2010, è stato anticipato al 2009 per permettere alla società di tornare in utile, tagliando spese per oltre 400 milioni di dollari.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page