giovedì 21 giugno 2007

Aumenta il costo della pizza negli USA


La "pizza industry" americana è preoccupata. La "block cheddar cheese", la tipica forma di formaggio, vede aumentare il proprio prezzo fino a raggiungere la cifra di 2.06 dollari a pezzo. Dalla fine del 2006, quando la quotazione toccava 1,33$, il prezzo è aumentato del 55%. La "block cheddar cheese" è il parametro di riferimento per il prezzo dei formaggi negli USA: in pratica anche il prezzo della mozzarella usata per la preparazione della pizza risente dell'aumento. Per le grandi catene aumenti simili significano costi impazziti. Pizza Hut per esempio usa circa 136 tonnellate di formaggio l'anno è un aumento simile non può non riflettersi sui prezzi al consumatore: già adesso si comincia a giocare sul rapporto condimento extra/meno formaggio.
Due le cause principali dell'aumento dei prezzi. La prima vede nella Cina la solita colpevole: insieme con la Russia infatti guida una crescente domanda di prodotti caesari e le "mucche" ne approfittano. La seconda è l'aumento del prezzo dei cereali che servono a far mangiare le mucche che producono il latte che serve per il formaggio (sembra un po' la storia di "per fare un albero ci vuole un fiore ...", ma funziona davvero così): beh, credeteci o no, il mercato dei cereali per uso commestibile umano e animale sta schizzando verso l'alto perchè sono sempre maggiori le superfici di terreno agricolo dedicate alla coltura di canna da zucchero per la produzione di etanolo. Servono circa 35 chili di cereale per produrre 10 litri di etanolo. Abbattiamo l'uso del petrolio, cancelliamo il carbone dalle nostre vite: intanto, mangiamo meno pizza.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page