sabato 3 novembre 2007

Lo sciopero delle lucciole

E' quello che è partito in Bolivia lo scorso 24 ottobre. Uno sciopero pericoloso, che mette a rischio la salute pubblica. Le circa 35.000 prostitute boliviane che battono legalmente le strade, infatti, rifiuteranno i periodici check-up medici, alzando il tono di una lotta che le ha viste soccombere nella città di El Alto, dove alcuni cittadini hanno bruciato le case d'appuntamento e percosso le operatrici del sesso.
In questo bell'articolo del Time, maggiori dettagli sociologici e politici.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page