lunedì 28 maggio 2007

Tutti parlano di Coca Cola


E io ho selezionato pochi articoli che mostrano gli sforzi della casa di Atlanta per aumentare
volumi di vendita e mercato.
Si parla del mercato delle acque minerali, dove i soldi sempre più freschi a disposizione di un mercato sempre più effervescente attirano la madre di tutte le bevande analcoliche. 500 milioni di sterline inglesi (quasi 750 milioni di euro) sono pronte per acquisire la Highland Spring, una società scozzese produttrice di acqua minerale. In questo modo, gli americani cercano di far dimenticare la disastrosa esperienza inglese vissuta con il brand Dasani, acquistato tre anni fa e accusato nella (non a caso) perfida Albione di vendere acqua di rubinetto appena purificata. Il mercato dell'acqua minerale in Inghilterra vale oggi 2 miliardi di euro e la Highland Spring occupa il secondo posto nella classifica.
Pochi giorni prima, indiscrezioni su un'altra acquisizione: è la Glaceau, che produce acqua minerale rinforzata di vitamine. Anche in questo caso, l'intento è allungare le mani su un mercato ricco: quello degli enrgy drinks, settore affollato, ma ancora ricco di di possibilità. L'investimento sul piatto è di 4,1 miliardi di dollari. La Glaceau è di proprietà indiana, della Tata Tea.
Ed è proprio l'India, in una sorta di risiko della bottiglietta, un nuovo territorio da conquistare: "non importa in quale settore, siamo interessati a ogni area del mercato delle bevande".
La ricerca di nuove strade da parte della Coca Cola è testimoniata anche da alcune campagne pubblicitarie definite "non convenzionali", in atto da qualche mese: è il caso, per esempio, del lancio della Coke Zero (senza zucchero), appoggiato da video in cui avvocati che difendono la Coca Cola classica citano i rappresentanti della Coca Zero per aver "rubato" il gusto della bibita originale.
Infine, uno sfizioso articolo sul prezzo al consumo della lattina di Coca Cola negli anni, dal momento della sua nascita fino ad oggi; ovvero, come guardare ai prezzi di ogni giorno con un'analisi disincantata.

Etichette:

2 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Carino l'articolo di Slate, grazie per la segnalazione. Saluti, Doppia

4:21 PM  
Blogger loupsos ha detto...

sono contento che ti sia piaciuto- Slate è un gran bel sito.

11:18 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page