sabato 3 novembre 2007

Non vai al bordello? E io ti licenzio

Incredibile, ma vero, è quello che è successo a un (ex)dirigente della filiale statunitense della Dentsu, colosso giapponese della pubblicità. Steve Biegel ha depositato un ricorso in tribunale contro la propria società per comportamenti scorretti con espliciti riferimenti sessuali durante l'attività lavorativa. In particolare, il dirigente denuncia:
1. di essere stato costretto a immergersi nudo in un bagno termale di Tokyo con il proprio capo;
2. di aver dovuto assistere a ripetute riprese fotografiche "amatoriali" da parte del CEO della Dentsu di parti intime di donne che prendevano il sole su una spiaggia brasiliana;
3. di aver assistito allo stesso trattamento riservato alla tennista Maria Sharapova durante uno shoot pubblicitario in Florida;
4. di essere stato apostrofato negativamente dal proprio capo, dopo aver rifiutato di partecipare alla "visita" in un bordello nella Repubblica Ceca.

La società giapponese annuncia battaglia in tribunale.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page