lunedì 14 luglio 2008

Alla salute!


Anche il vino, adesso. Dopo aver quasi monopolizzato da qualche anno a questa parte ogni discorso sull'economia del futuro, sulla potenza del dragone, sui miliardi di abitanti/lavoratori/consumatori, sui grattacieli di Pechino e Shanghai, ora la Cina è pronta a diventare la patria del vino in soli 50 anni. E' quanto risulta dal rapporto della Berry bros & Ruthers, famosi commercianti di vini inglesi. Insomma, intorno alla metà di questo secolo, la Cina sarà il più grande produttore e consumatore di vini al mondo. Già adesso, pare che siano al quarto posto in termini di vigneti. Che sia il disinvolto tentativo di spingere al rialzo ulteriore i futures del vino, investimento alternativo sempre più diffuso tra i più benestanti?
Qui, qualche ulteriore interessante dettaglio.
Dimenticavo, il rapporto prevede anche la fine dei tappi in sughero: i tappi a vite avranno il sopravvento.

Etichette: ,

1 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Bentorchiato!

10:29 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page