venerdì 25 agosto 2006

Ancora Chavez, il mercante

Pochi giorni accennavo agli affari unti del Venezuela con gli USA, i nemici di sempre, ad ascoltare anche soltanto uno dei discorsi del presidente venezuelano. Chavez, piuttosto, continua a dimostrarsi un ottimo mercante del prodotto più importante che il suo paese può offrire. Dall’alto della quinta posizione nella classifica degli esportatori di petrolio, negozia con la Russia di Putin lo scambio petrolio/armi e con la Cina la fornitura di servizi e infrastrutture, sempre in cambio di petrolio. A favore della Cina, il Venezuela si impegna ad aumentare l’esportazione di greggio fino a raggiungere la quota di un milione di barili al giorno entro il 2012.
Il pezzo di Rainews, che mostra Chavez e Hu Jintao brindare soddisfatti, fa però menzione anche delle perplessità logistiche degli analisti che rilevano l’obiettiva difficoltà del trasporto del petrolio attraverso il Pacifico.
Sono sicuro che il vulcanico Chavez sarà in grado di ovviare anche a questo.

3 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Sono vari mesi che Chavez e Uribe discutono della possibilitá di aprire un oleo/gasdotto che dalla Guajiera (Maracaibo) portia buenaventurea (pacifico). Per ora, hanno trovato láccordo solo sull´aperitivo, ovvero il gasdotto transguajiro, di soli 300 chilometri. Secondo me, lo sbocco sdul pacifico dovrá aspettare almeno due anni (per l´eventuale decisione) ed altri 10 per la realizzazione...
Saluti, Doppiafila

1:49 AM  
Blogger loupsos ha detto...

Perfetto, Doppia, come non aspettarselo? Sono sicuro che un oleodotto di questo genere si farà soltanto se qualche potenza economica provvederà all'incombenza logistica in cambio delle solite caramelle di greggio.

8:27 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

1:09 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page