martedì 22 agosto 2006

La monnezza brandizzata

Il denaro non puzza mai, neanche quando vien fuori dai cassonetti che raccolgono i rifiuti. Justin Gignac, un intraprendente e forse (ex)squattrinato 25enne artista newyorchese, vende ciò che tutti noi buttiamo.
Il manifesto d’autore presente nel suo sito è particolarmente indicativo:

“Vendo monnezza. Perlustro NYC raccogliendo spazzatura. ... preparo con cura cubi di plastica pieni di questa roba. Ogni scatola è un pezzo unico, non cola e non puzza, viene firmata, numerata e datata. ... approffitane prima che puliscano questa città”.

L’aspetto grafico è d’impatto, efficace senza essere sudicio, per fortuna. Non mancano le “special editions” come in ogni bottega che si rispetti: attualmente sono in promozione sul sito “la spazzatura della convention nazionale del partito repubblicano” e “la spazzatura della gara inaugurale della stagione 2006 allo Yankee Stadium”.
Ogni pezzo costa 50 dollari: non sono pochi per avere un pezzo dell'intimità di New York, no?
Scommettiamo che qualcuno prenderà lo spunto per vendere i rifiuti delle nostre città? Valuto eventuali business plan al riguardo.

4 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Manco due settimane da blogger e giá ti vuoi riciclare come monnezzaro... come si è svalutata la professione... :-)

11:52 PM  
Blogger loupsos ha detto...

prova a farti pagare 50 dollari usa per scatole di immondizia a Bogotà! Secondo me cambieresti idea in poco tempo. ... e poi potremmo sempre cambiare lo statuto di ML, non si sa mai.

torchio

12:35 AM  
Blogger doppiafila ha detto...

Mi sa che ci penso...alternativa potrebbe essere la mendicità: secondo calcoli di analisti locali (un blogger), un mendicante ad un semaforo di Bogotà guadagna più del 75% dei lavoratori regolari colombiani... :-(

2:59 PM  
Blogger loupsos ha detto...

azz! Qualche anno fa un giornalista de Il Tempo si finse extracomunitario lavavetri) al semaforo davanti la questura di Latina. Ai tempi della lira e prima che i veri extracomunitari si riprendessero il posto (meno di una giornata di lavoro) il nostro aveva accumulato quasi 100.000 lire (!!!)

11:18 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page