martedì 14 agosto 2007

Giornalismo di oggi

Mi convinco sempre più che fare un medio-buono giornalismo consista oggi nel trascorrere ore navigando sul web, raccogliere informazioni, assemblarle e fornire al lettore del quotidiano o periodico un piatto pronto. Mi sembra che accada più per i quotidiani, che potrebbero essere ormai ridotti a poche pagine con gli articoli di fondo e i commenti di un certo rilievo: il resto delle informazioni potrebbe benissimo essere gestito attraverso il sito web. Vittima di un processo ineluttabile è anche La Repubblica, che in un'intera pagina apparsa sia sull'edizione cartacea di oggi 13 agosto sia sul sito (qui, il link) tratta dell'argomento rincari dei prodotti alimentari primari, come pasta, latte e carne. L'articolo è completo anche di trafiletto sui biocarburanti, è ricco di dati e statistiche, ma niente affatto nuovo. Quotidiani e periodici stranieri ne parlano da oltre due mesi. Io, che non sono certo un giornalista, ne parlavo un mese e due mesi fa. Il Timesonline, da cui ho preso la maggiorparte delle informazioni, pubblicava pagine sul web (qui, qui e qui) addirittura dall'11 giugno.

Etichette: ,

1 Commenti:

Blogger doppiafila ha detto...

Sollevi un punto fondamentale: se il giornalismo si riduce alla sintesi di materiale prodotto da altri (quello che é giá su internet), a) che differenzia un giornalistada un blogger? e b) perché bisogna fare un esame di stato per diventare giornalisti?????
Saluti, Doppiafila

2:06 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page